Terceira, isola festaiola (ma non troppo)

Come suggerisce il nome, Terceira è la terza isola scoperta delle Azzorre. Gli abitanti di Sao Miguel l’hanno sempre considerata una specie di parco di divertimenti ma questo appellativo non le si addice proprio per niente. Sicuramente più viva delle altre, pur mantenendo un suo fascino misterioso.

Atterriamo con l’aereo nel piccolo aeroporto di Lajes e ci dirigiamo verso il nostro alloggio ad Angra do Heroismo, accompagnati dalle jeep di Azores Xperience, cui ci siamo affidati per il nostro tour dell’isola.

 

Il pomeriggio lo impieghiamo affrontando il Mistérios Negro, un trekking circolare di circa 5 km, non particolarmente difficile, dove ci si rende conto della diversità di flora di quest’isola. Se Sao Jorge sembra una giungla, qui sembra di essere in una foresta temperata.

Nel restante tempo, prima di cena, ci perdiamo tra le vie di Angra do Heroismo, l’unica città delle Azzorre visitate ad essere davvero una città. Non solo! Perché il suo centro storico è stato dichiarato patrimonio UNESCO. Costruzioni sfarzose e colorate vi faranno immergere in un clima decisamente rinascimentale.

Scegliete uno dei ristoranti nel centro storico o fatevi consigliare presso i proprietari del vostro alloggio, e sicuramente non ve ne pentirete. Due consigli assoluti: la morcela, che sarebbe il nostro sanguinaccio, l’alcatra, sia di pesce che di carne, zuppa molto aromatizzata servita bollente.

90a79564-18dd-41ea-bc41-aa7a3e864b1f

Ad Angra do Heroismo c’è l’unica spiaggia sabbiosa, che durante il giorno offre anche servizi di sdraio e ombrellone. Quindi se volete un po’ di relax, potete approfittarne! Non vi aspettate il lungomare riminese. Quello che troverete è un fazzoletto di spiaggia!

Un altro trekking, decisamente più impegnativo, è quello di Serreta. Circa 7 km ma con un dislivello notevole che metterà a dura prova le vostre gambe. In cima troverete un panorama mozzafiato ed anche un piccolo lago interno che è andato ad occupare il vecchio cratere vulcanico.

bb63ddad-2ed9-4081-bc2a-5e47080a7bc4

Chiuso il nostro trekking, decidiamo di visitare Algar do Carvao, la camera magmatica di un cono di un vulcano. Esperienza elettrizzante! Trovarsi all’interno di un vulcano, ormai spento, con il continuo gocciolare dell’acqua diventa un’esperienza quasi mistica. Il costo per questo ingresso è di 6 € ma sono meritatissimi. Portatevi una felpa e preparatevi a scendere 100 metri di scalini.

359b2990-c7c3-4e18-969a-5ebbbafdf7cc

Poco lontano da Algar do Carvao potrete visitare Furnas do Enxofre, una zona attiva di vapori di zolfo. L’odore non è assolutamente nauseabondo e potrete fare questo piccolo tour passeggiando su una passerella di legno.

Finito il tour, ci immergiamo di nuovo tra i ristoranti di Angra do Heroismo.

L’ultimo giorno ci affidiamo completamente ai ragazzi di Azores Xperience che ci fanno fare un tour off-road sulle loro jeep e l’ultimo trekking, stavolta costiero, ad Agualva. Un trekking facile di 4 km ma con un panorama incredibile, diverso da tutti gli altri sentieri fatti.

img_6852

Con il sentiero di Agualva termina il nostro tour delle Azzorre centrali. Torniamo in hotel, prepariamo la valigia e con un’immensa nostalgia ci dirigiamo in aeroporto alla volta di Lisbona e poi in Italia.

Speriamo di avervi dato dei consigli utili e suggestivi su queste sconosciute isole. Se per caso decidete di recarvici, ricordateci di condividere le vostre foto con noi. #FreakyTravels

Annunci